10 gennaio 2014 - Partito Democratico di Pelago

Cerca nel sito

10 gennaio 2014

News

Pelago, Renzo Zucchini si ricandida a Sindaco. L'assemblea del PD lo conferma senza riserve  

Dopo un lungo discorso e dopo aver sciolto la riserva, Renzo Zucchini sarà  il candidato del Partito Democratico in corsa per le amministrative 2014. Il segretario comunale: "Chiara indicazione e apprezzamento sul lavoro fatto dal sindaco e dalla giunta"
 
Renzo Zucchini si ricandiderà  a Sindaco del Comune di Pelago alle prossime amministrative 2014. L'attuale primo cittadino, a conclusione di cinque anni di amministrazione, ieri sera ha espresso  all'assemblea del Partito Democratico locale la propria  disponibilità  a continuare il lavoro iniziato dalla sua elezione nel 2009.

Una disponibilità  apprezzata e una candidatura appoggiata all'unanimità  e senza riserve dopo un suo lungo discorso, seguito dagli interventi degli assessori pelaghesi, in cui sono stati esposti i risultati ottenuti in questi anni, pur trovandosi davanti una dura crisi economica ed una feroce spending review.

Dal dibattito pare sia emerso un giudizio complessivamente positivo con qualche proposta aggiuntiva e critica costruttiva, ovvero - secondo il segretario comunale, Lorenzo Tapinassi - "una  chiara indicazione e apprezzamento sul lavoro fatto dal sindaco e dalla sua giunta"

Così, dopo che Zucchini ha consegnato nelle mani del  segretario comunale la lettera in cui avanza nuovamente la sua candidatura, l'assemblea l'ha approvata senza tentennamenti, aprendo di fatto la corsa alla sua rielezione..

"Ieri sera abbiamo fatto la scelta di non andare verso le primarie perchè non ravvisiamo questa esigenza" ci rivela il segretario comunale pelaghese, Lorenzo Tapinassi "Il Sindaco ha fatto la richiesta all'assemblea ed ha sciolto la riserva positivamente. Vorrei sottolineare che sulla conferma di Zucchini non si è espressa solo l'assemblea ma il partito nella sua totalità".

Sciolta la riserva adesso per il PD pelaghese si aprirà  una fase di consultazione ed elaborazione del programma, forse da condividere con possibili liste civiche o altri partiti che vorranno sostenere la rielezione di Zucchini.

"Dopo il nodo che si è sciolto ieri sera, adesso il prossimo passo è fare una piattaforma programmatica con il contributo di tutti" continua Tapinassi "Aprirci agli iscritti, sentire la base, gli elettori, fare una grande campagna di ascolto delle istanze. Se poi la piattaforma troverà  la condivisione di altri soggetti politici per fare un percorso insieme, siamo disponibili a parlare però partendo da delle linee guida e un percorso chiaro".

La decisione rimarca una serenità  nel PD pelaghese che, dopo le dimissioni di Cotoneschi e l'elezione di Tapinassi, non ha visto "anche sotto primarie nazionali" scontri o confronti aspri ma una condivisione delle scelte nella pluralità  delle visioni. "Nelle diversità  lavoriamo uniti" conferma Tapinassi "anche se ci sono e si sono espressi riferimenti nazionali diversi, quando si tratta di guardare il governo del territorio la sintesi la troviamo".

 
Torna ai contenuti | Torna al menu